Il Fallimento del Sistema Assicurativo Italiano

 

LA SITUAZIONE ATTUALE

Il 29 marzo scorso, infatti, il ministero dell’Impresa e del Made in Italy, su proposta dell’Ivass, ha disposto, come atteso, l’amministrazione straordinaria e lo scioglimento degli organi con funzioni di amministrazione e controllo nei confronti di Eurovita Holding e di Eurovita. Alessandro Santoliquido è stato nominato commissario per la gestione straordinaria. Costituito anche il comitato di sorveglianza che accompagnerà Santoliquido nel percorso di risanamento: Antonio Blandini come presidente, Sandro Panizza e Monica Biccari come componenti.

Il giorno seguente l’Istituto di vigilanza sulle assicurazioni ha prorogato fino al 30 giugno prossimo la sospensione dei riscatti dei contratti di assicurazione e di capitalizzazione stipulati con Eurovita, che era stata disposta a febbraio. In questi giorni, secondo quanto riferito dal Sole 24 Ore, si stanno svolgendo incontri di carattere “principalmente informativo” con le banche coinvolte cui sarà presentato il progetto.

QUALCHE NUMERO

Come si legge su Panorama in edicola, sono 353mila i clienti di Eurovita che hanno sottoscritto polizze per 15,3 miliardi. Una cifra significativa, superiore “a tutti i grandi crac della storia del risparmio italiano. Più dei 12,1 miliardi di euro dei Tango bond argentini, del buco di Parmalat, degli 11 miliardi di controvalore delle azioni delle due banche venete, Popolare Vicenza e Veneto Banca, vendute ai correntisti come prodotti ‘sicuri’ e cancellate dalla malagestione dei due istituti”.

Commenti

Post popolari in questo blog

Mantieni il Bacio

Fahrenheit 451

mantieni la curva con l inglesina