Recensione Film a Passo d'uomo

 A passo d'uomo è un film di Denis Imbert con i seguenti interpreti Jean DujardinAnny DupereyIzïa HigelinJosephine Japy,

Jean Dujardin attore comico teatrale francese , fa il suo dovere, non eccede in empatia, ma cerca di spingere lo spettatore verso la metafora della vita ovvero il cammino

Il film narra la storia di un giornalista che cade per futili motivi da un terrazzo, la sua salute è compromessa forse non riuscirà a camminare, e si ripromette che  se uscirà dall'ospedale con le sue gambe attraverserà la Francia a piedi fino alla Normandia.

La vita'  è un cammino, che ci fa incontrare e lasciare persone che ci costringe a a stringere i denti e andare avanti verso un qualcosa che neppure noi sappiamo ,ma che nasce dal profondo del nostro animo 

Il film cerca anche di inviare un messaggio bellissimo che purtroppo solo alcuni di noi se ne accorgono solo quando stanno male' che l'immortalità non è un dono che gli esseri umani hanno ricevuto e c'è lo dimentichiamo spendendo tempo inutile nello shopping.



Alla domanda è un film da vedere?

la risposta è si

 purché ci si abbandoni alla lentezza del film che viene mitigata dalla bellezza dei luoghi e si abbracci i due messaggi a mio parere che il film vuole mandare.

Se invece siete dei consumatori e vivete di social e aperitivi lasciate perdere, ci sono  altre opere sempre valide

Nota negativa la camicia sempre bianca dell'attore, ma il cinema è magia



Commenti

Post popolari in questo blog

Mantieni il Bacio

Fahrenheit 451

mantieni la curva con l inglesina